Navigare Facile

La Storia di Curtatone

Storia di Curtatone

A partire dal II secolo a.C. i Romani presero il sopravvento nel territorio fino alla caduta del loro solido impero, avvenuta nel 476 d.C. (oggi Curtatone detiene tracce evidenti della presenza romana come quelle delle centuriazioni). Caduta la civiltà romana, furono i barbari a invadere quest'area.

Le informazioni circa Curtatone si rivelano, da quel momento in poi, meno certe e più frammentate ma sappiamo che il territorio costituiva un valido punto per la difesa del mantovano grazie alla presenza, nei dintorni, di un minuzioso sistema fortificato.

Le rocche, le rocchette e tutto ciò che faceva parte del sistema difensivo della zona è andato, purtroppo, distrutto per buona parte. Sappiamo comunque per certo che il Serraglio, così si chiama l'ampia opera di fortificazione, assunse un ruolo determinante per la difesa del territorio.

Dal Medioevo in avanti Curtatone iniziò la propria rinascita, possibile anche grazie alle opere di bonifica. Il quattordicesimo secolo si contraddistinse invece per gli scontri tra Gonzaga e Visconti che videro vittoriosi i primi dopo una lunga serie di assalti e incursioni.

I Gonzaga riconquistarono Curtatone soltanto nella prima metà dei Seicento grazie a Carlo di Rethel. Il secolo successivo la Lombardia, insieme al Veneto, fu annesso all'Austria e Curtatone ne seguì le sorti. Il territorio non fu estraneo alle grandi guerre del Novecento e da allora ebbe inizio il processo che portò al potenziamento della sua economia.

Dove